DromosFestival

Il diritto di contare

L’epopea della conquista della Luna è, apparentemente, una storia scritta tutta al maschile o, almeno, così ci è stata sempre raccontata. Il Diritto di Contare (2016), diretto da Theodore Melfi, narra un’altra storia attraverso una pagina sconosciuta della NASA. Nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta, la legge non permette ai neri di vivere insieme ai bianchi. Uffici, toilette, mense, sale d'attesa, bus sono rigorosamente separati. Da una parte ci sono i bianchi, dall'altra ci sono i neri e La NASA, a Langley, non fa eccezione. Katherine Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson sono la brillante variabile che permette alla NASA di inviare un uomo in orbita e poi sulla Luna. Matematica, supervisore di un team di 'calcolatrici' afroamericane e aspirante ingegnere, si battono contro le discriminazioni (sono donne e sono nere), imponendosi poco a poco sull'arroganza di colleghi e superiori. Il diritto di contare mette in scena efficacemente il razzismo e il sessismo ordinario dei bianchi, concentrandosi sui drammi silenziosi che muovono la Storia in avanti, con una colonna sonora soul e jazz, a rimarcare il pragmatismo positivista della scienza e a dispetto di ogni rimozione, perché, dice Coster sbottando sulla faccenda del bagno: «qui alla NASA la pipì è tutta dello stesso colore».

info

Titolo: IL DIRITTO DI CONTARE (Hidden Figures)
Regia: Theodore Melfi
Origine: USA – 2016
Durata: 127 minuti

In collaborazione con Associazione Lampalughis di San Vero Milis

Data proiezione: 12 agosto 2019
Luogo: Giardino del museo archeologico - San Vero Milis (OR)
Orario: ore 21.30
Presentazione a cura di: Associazione Lampalughis di San Vero Milis
Costo: ingresso libero

Condividi su: